venerdì 13 gennaio 2012

Torno a casa dal lavoro lercio...stasera il tempo stava cambiando la notte mi sembrava più buia e fredda del solito...annoto le vetrine 6 in mezza giornata...inizio ore 13 circa...(promemoria da registrare)...guidato dagli aromi provenienti dalla vicina polleria...prendo le crocchette ed un arancino, pressocché simile a quelli messinesi...il sole è abbastanza forte da farmi levare il cappello di lana e sentire caldo...10 gradi circa...
Pensavo a volte v'è l'esigenza di appartenere ad un clan...se dico questo è per la vita che faccio...
Pretendo rispetto dove il più debole non viene rispettato...dove vi è sempre una prova di forza da fare...un incutere timore per poi passare all'azione più o meno vigliaccamente...
Ritorsioni..vendette, rappresaglie, rappresentano quella parte di me triste...la chiamata alla bestialità insita in me..che cerco invano di allontanare....
Nell'altro triste gioco della vita , vincere o perdere...
Mentre Iuri chiama su Skype..col mio credito...
Un altro rinvio con con Giovannone...poi mi chiedo pure perché sono solo...
Pondero e penso , il confronto fa bene...pure animale...ma prima dovrei sentire un amico ...casomai ne avessi, casomai capirebbero...credo che Iuri alla fine mi faccia bene e pure Giovannone , se non fosse che sta li mezzora  cercando di connettersi col nick della sua ragazzina ukraina...(maggiorenne), carina ma già mi sta sul cazzo...perchè? mi sembra una cretina ..va be ha 20 anni ma io cosa ci posso fare?...
Ma poi quello che non capisco è perchè Iuri mi dica che gli sembra stupida pure a lui...
E tuttavia non capisco ancora perchè , se pur stupide , quando se ne vanno che le abbiamo cacciate sentiamo la mancanza della costola di Adamo...non si capisce perchè... non c'è un perché e tuttavia cazzi suoi...a volte di sbarbati ne ho piene le tasche...pure questo mi getta nel rimorso cmq...
Pinocchio mi pare a questa età più una favola per adulti che non per bambini...la figura di Geppetto mi calza a pennello...