giovedì 15 settembre 2016

Delizia e croce del web, dualità degli uomini di strada e delle donne di strada...

Più che la morte stupisce come na ragazzotta possa fare un pompino ad uno e questo pompino girare girare fino a intasare la rete di stronzate...virale dicono, parola incoraggiata dai giornali, si perchè anche i giornali sono social ad iniziare dal corriere della sera che chiede la questua per leggere le notizie, nonostante la pagina sia tappezzata di pubblicità.
Leggevo ieri di una certa T. su repubblica, la T poi era diventata Tiziana ...mentre per il web e tutto il mondo del porno era Tiziana Cantone, almeno era conosciuta al sud dove il proibito fa più scandalo, dove una che è brava a succhiare si fa presto un nome...
Per morbosa curiosità ho indagato sui video, ancora resta qualche traccia di un pompino alla regola d'arte, condito da un fraseggio dove la coppia parlava di un altro uomo cornuto...video che finisce, anzi non s'è mai mosso dal cellulare di chi lo ha fatto e che il tipo ha esibito come trofeo di guerra e come sia comprensibile che la situazione gli sia sfuggita di mano innescando morbosità a catena sul web, morbosità amata, alimentata dai fenomeni diversamente normali preferita a soggetti noiosi, che si presta alle lodevoli iniziative di schiere di commentatori in cerca di successo e soldi su youtube, giovani e non che hanno preso da tempo posto sui loro pulpiti e sono più o meno seguiti dalla massa di consumatori del gossip dei poveri, dove si alimentano liti, piccole guerre tra gente che magari mette la bandiera francese su facebook e si dispera per la violenza sulle donne.
La verità è che non c'è soluzione tra nuove e vecchie generazioni nel considerare le libertà individuali e i modi di essere degli altri con rispetto...
S'è fatto si che la ragazza si vergognasse di essere donna, non essendo una pornostar , ma una persona comune, attaccabile, la persona sulla quale sputare sentenze, la donnaccia che ha tradito il fidanzato di facili costumi, amante del cazzo...che ha dato a molti, donne e uomini, modo di sfogare le proprie frustrazioni sessuali.
Stranamente l'ondata di successo non è stata gestita da nessun marpione talent scout, talmente che la cosa puzzava di losco, pericoloso...si perchè neanche la magistratura è stata d'accordo sulla vicenda crocifiggendo ancora la peccatrice.
Proprio il post precedente accenna alle resistenze a promuovere il fertility day, un offesa per la donna, una manipolazione, ostacolato e schernito.
Però, per quanto tempo il governo s'è soffermato sulle unione civili o incivili che fossero , sui gay, etc? Magistratura che non ha avuto un senso di pietà e lungimiranza per la ragazza addebitandogli le spese di processo, perchè è la prima a dire "se l'è cercata"...con un "era conseziente" e perciò colpevole.
Nessuno s'è preoccupato di fornire alla parte lesa un supporto psicologico...di fornire un esempio sulla non violenza di genere, un insegnamento a tutta sta generazione di sbandati in crisi...
Ciò che mi sorprende di più è che la ragazza sia diventata una star del porno, un personaggio famoso, un simbolo della trasgressione...invece lei ha rifiutato l'etichetta...il successo che era li a portata di mano.
Comunque la morte apre nuovi orizzonti alla fama ...
Concluderei che la ragazza vista dal web, prima era una zoccola...adesso è quasi una santa, una vittima...
Si sente dire dal web, ossia da teste di cazzo in associazione a delinquere, "è morta per colpa nostra/vostra, l'hai uccisa tu, lui etc" scaricandosi la coscienza dalle colpe...
Questo mi ricorda da vicino un altro che è morto per i nostri peccati...però senza qualche esito positivo per la nostra umanità latente...