giovedì 1 marzo 2018

Il senso di Smillo per la neve

In questo post sono Smillo ...
Non capendo ancora quale sia stato il vero senso di Smilla per la neve...
Budrian il vento del nord , non me lo avevano mai detto che esistesse un vento così...
il vento non ha confini...
Esso nella giornata di ieri ha turbato i milanesi in particolare me...
Si che non sarei dovuto uscire in bici alle sei del mattino...per raggiungere un appuntamento di lavoro...
Le articolazioni delle dita erano praticamente doloranti.
L'unica neve era quella di sale , sale dappertutto...manco fossimo a Cartagine...sale che come vedremo darà inizio alla desertificazione della Padania...
Di notte nel silenzio è caduta la neve e mi sono svegliato per il chiarore che essa da di riflesso sulle nubi...parendo che fosse già giorno...finalmente la neve...come un bambino vedo dalla finestra tetti imbiancati, geloso delle prime impronte notturne lasciate da chi o cosa...

Prime impressioni sulla strage di Latina ad opera di un Carabiniere...


Non so bene cosa sia successo...bim bum bam sangue...
Lasciamo perdere aver sparato alla moglie...cosa che molti uomini vorrebbero fare più volte nella loro vita...ma che fortunatamente o sfortunatamente non fanno...ma sparare ai bambini?  ai figli?
Eccesso di patriarcato o orgoglio ferito?
Cultura ? In vicende di cuore nonostante i social, siamo asocial, quando uno che si fa una famiglia classica viene allontanato dalla moglie con pretesti più o meno seri ...
Ieri ed in più occasioni pensavo :
Se la qualità della società si dovesse misurare con la moralità delle donne di questo scorcio storico ...il quadro che ne uscirebbe sarebbe tragico.
Parlo da maschilista fascista? può essere.
Mi attengo ai dettami dei vecchi adagi , non dire se non sai...
Ma altro che social...qui siamo davanti alla solitudine più nera...
Se qualcuno avesse un opinione più seria la faccia presente...