sabato 2 luglio 2016

Bangladesh, le vittime dell'attentato dei terroristi a Dacca

Sabato afoso ..sabato schifoso...abbattuto dal clima, perturbato da sonnolenza, man mano il mio cervello e corpo si riprende dalle violenze inflitte dalla biosfera.
Mi sveglio cattivo e psicopatico, rancoroso , il tempo di leggere delle vittime italiane, di un marito scappato al destino, di imprenditori collaboratori italiani uccisi che fan parte di un'elitè di Dacca...facenti parte di quegli odiosi individui che sfruttano il terzo mondo, procurandosi  guadagni e profferendo forze lontano dalla propria terra.
Non provo dolore , ne mi va di capire se son pazzo o meno.
Ci son volte che me ne frego di dire sono italiano, di tifare Italia alle partite, come stasera.
Non che sia meno patriota o meno camerata dei camerati...
Ogni volta che vedo queste situazioni mi rendo conto dove sia finito il lavoro che era qui in Italia...i disoccupati che abbiamo.
Isis esegue vendette anche per conto di chi non c'entra nulla con Isis...uccisi solo stranieri...
Corano ...conosci il Corano...?
Rispetto più chi ha fede in qualcosa che chi non ha nulla con se...solo ipocrisia.
Allah è il culo di Dio il rovescio della medaglia di una società basata sull'edonismo e lo sfruttamento delle masse.
Il caldo si dirada....piove..acqua e fulmini...vita...
Potrei essere vittima di un pregiudizio forse no...forse è solo una doppia chiave di lettura censurabile ...