domenica 1 marzo 2015

Bombe al Trotter Milano e censura comunista

Si sa o non si sa che la sicurezza nelle città è un parametro politico o ideologico comune sia a destra e a sinistra.
E' sconcertante il fatto di come episodi vengano mascherati o censurati per qualche ragione ...
La più probabile è il non allarmismo e fare finta che tutto è a posto e sotto controllo ma la realtà è ben diversa e arriva ai nostri occhi distorta.
Ieri per caso sento parlare una mia amica che ha una figlia frequentante la scuola del Trotter a Milano, di un rinvenimento di una bomba.
Nei giornali di maggior rilievo non se ne fa menzione ma su Google esce in svariate testate di minore importanza.
Cioè sul Corriere della Sera informazione a 360 gradi di stile intrattenimento e critiche ampie zeppo di errori e lapsus logici di varia natura attribuibili a stagisti che fumano cannabis, appaiono notizie di video virali o ashtag virali...nulla di male son divertenti a leggersi e ti fan passare un po di tempo col sorriso sulle labbra.
Però non si legge di quell'ordigno rinvenuto all'interno della Città del Sole, ne come si possa essere potuto trovare li e quando. Spulciando vari episodi correlati al Trotter esso non è isolato basta guardare al recente 2013 testimone di un episodio analogo.
Semplicemente agghiacciante.
Qui di seguito la nota del Comune di Milano
http://www.casadelsoleonline.it/siti/sito_casadelsoleonline/upload/documenti/98_36715.pdf

http://www.casadelsoleonline.it/siti/sito_casadelsoleonline/upload/documenti/98_36715.pdf

Fonti
http://www.cronache.org/il-paradosso-della-bomba/